Quando “regata” fa rima con turismo, cultura e passione per la propria terra

Organizzare una regata non significa solo mettere a disposizione la sede sociale, il personale e il Circolo per una manifestazione. Che sia un evento sportivo o culturale per grandi e bambini l’obiettivo è sempre lo stesso, così come l’abnegazione e lo spirito di collaborazione che deve sempre essere ai massimi livelli. Impegnarsi nella realizzazione di una kermesse vuol dire anche e soprattutto presentare al meglio la propria città e l’area circostante, far conoscere itinerari storici, culturali ed ambientali a chi ha la possibilità di dedicare – accanto all’evento – un po’ di tempo alla scoperta delle bellezze del territorio. Come accade con la Regata del Vervece o con quella “Sulle Rotte dei Borbone”. E così il Circolo Nautico Torre del Greco oltre ad essere impegnato in numerose manifestazioni culturali e sportive (come raduni, corsi della Fiv per gli istruttori, momenti riservati ai giovanissimi atleti, prestigiose regate), si occupa di proporre a singoli tesserati e ad equipaggi, itinerari imperdibili che possano rendere ancor più piacevole il soggiorno a chi magari non arriva in città esclusivamente per una regata “mordi e fuggi” ma decide di fermarsi in compagnia di familiari o amici per qualche giorno.

D’altronde il campo di regata del Circolo Nautico Torre del Greco racchiude in sé gran parte delle bellezze della fascia costiera vesuviana, da scoprire con appositi tour e passeggiate archeologiche: per chi è a largo è impossibile non scorgere imponente la sagoma del Vesuvio con la sua area protetta, poi spostando lo sguardo si riconoscono le zone archeologiche di villa Sora a Torre del Greco e la famosissima antica Ercolano con il suo approdo borbonico. Da visitare poi il primo museo ferroviario di Pietrarsa, al confine con Portici e restando in città spazio invece al museo del corallo. L’oro rosso che proveniva proprio dallo specchio d’acqua torrese, da quel mare che tanto ha dato alla città grazie alla tradizione delle “coralline”, le imbarcazioni che salpavano proprio dal porto di Torre del Greco, a due passi dalla sede del Circolo Nautico.

Sport quindi, ma anche valorizzazione delle risorse turistico ricettive di un’area che da sempre ha richiamato turisti da tutto il mondo. Non a caso, infatti, ad agosto 2012 in occasione dei Campionati Nazionali Under 19 di vela organizzati dal Circolo Nautico Torre del Greco sono stati realizzati appositi tour del tutto insoliti per coniugare mare e terra all’insegna delle tradizioni culinarie, artistiche e sportive della zona.